Attualmente sei su:

09/09/13 - Festival della Filosofia, un'occasione per incontrare e incontrarsi

 

Il programma del Festival della Filosofia a Modena quest'anno è particolarmente intenso e ricco di eventi. La manifestazione culturale è ormai giunta alla sua 13° edizione e, ancora una volta, ha ricevuto il benestare del Quirinale con l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Questo grazie al riconoscimento dell'importanza culturale, ma anche economica, della manifestazione. Il Festival Filosofico nasce nel 2001 come occasione per condividere, negli spazi aperti, un momento di confronto tra conversazioni e lezioni formative. La formula itinerante, che privilegia i luoghi all'aperto, ha raccolto sempre più consensi nel corso degli anni, fino a raggiungere un numero di presenze davvero straordinario nello scorso anno.

 

I numeri del 2012 parlano chiaro, ben 184.123 visitatori, un + 4,19% rispetto al 2011 e quest'anno si cerca di replicare , se non addirittura di superare le presenze dell'anno passato. Ad attirare uno straordinario numero di persone sono state principalmente le lezioni di Alessandro Bergonzoni, Serge Latouche e Zygmunt Bauman, rispettivamente con 7.000 presenze il primo e 6.000 gli altri due. Questo perché sembra che la gente abbia un forte desiderio di cultura, ma non solo, anche desiderio di aggregazione e condivisione. Sono tanti, infatti, gli eventi collaterali del festival, dalle cene filosofiche, ai giochi all'aperto, agli appuntamenti cinematografici, concerti, insomma, tutta una serie di kermesse, che attirano turisti e gente del posto.

 

Lo spirito del Festival è infatti quello di amalgamare la folla, tra turisti e residenti, sotto un obiettivo di discussione comune. Quest'anno l'argomento sarà l'amore, l'atto di congiungere gli opposti -come spiegano gli organizzatori- la riflessione su quella che risulta essere l'attività più antica e controversa dell'uomo. I giorni in cui si svolgerà l'evento sono il 13, 14, 15 settembre, con un ricco programma itinerante tra Modena, Carpi e Sassuolo. Si prevede, come negli scorsi anni, un'importante presenza di giovani e studenti, sempre più interessati a una manifestazione in continua crescita. Tra gli appuntamenti di Modena si segnalano per le installazioni "Teste di legno e cuori di panna", Burattini modenesi di ieri e oggi e per le lezioni magistrali, appuntamento con Remo Bodei che discuterà sulle Attrazioni fatali in Piazza Grande.

 

 Festival della Filosofia